Hashtagmania – la vita ai tempi degli hashtag

Editoriale | Settembre 2014

Hashtag. Hashtag dovunque.

 Su Twitter, su Facebook, su Instagram, su Pinterest, su Youtube. 

Sono dapperttutto e sono visibili sui nostri telefoni, sui nostri profili social, sui nostri programmi televisivi e telefilm preferiti di sempre.

Ma qual è il significato di questa parola?


La parola deriva dall’inglese hash (cancelletto) e tag (etichetta): essi sono formati da parole (o combinazioni di parole concatenate) inserite nei commenti precedute dal simbolo # (fonte:wikipedia).

Insomma, ormai sembra che per descrivere i nostri stati d’animo basti un hashtag sotto una foto, una citazione e il gioco è fatto: ma la vera domanda é, come siamo arrivati a tutto questo?

L’hashtag fa la sua primissima apparizione su Twitter il 23 agosto 2007 con il tweet di Chris Messina,avvocato di San Francisco, il quale “fischietta”« How do you feel about using # (pound) for groups. As in #barcamp [msg]?» (Cosa ne pensate di usare questo # per indicare dei gruppi. Per esempio #barcamp ) e da questo momento, per il cancelletto il resto è storia: i trend topic su twitter, l’introduzione su Instagram e lo sbarco nel 2013 su facebook.

L’hashtag dunque fornisce un’etichetta in riferimento a quello che si decide di pubblicare, come per esempio sul proprio profilo twitter.

A livello italiano, uno dei social più “hashtaggati” è sicuramente Instagram: per chi non lo conoscesse, è una piattaforma su cui si possono condividere istantanee della propria vita, ovvero delle foto.

Motore dei famosi “like” in questo social, sono appunto gli hashtag che permettono di far rintracciare la propria foto in base alla parola che è successiva al cancelletto.

I piu gettonati? Eccone alcuni!

#love #TagsForLikes #photooftheday #followme #follow4follow #like4like #picoftheday #instadaily #instafollow #like #iphoneonly

E ovviamente ce ne sono molti altri ancora: per chi è hashtagdipendente ecco il sito con la lista dei più popolari →  http://www.intelligentpositioning.com/blog/it/2014/03/instagram-gli-hashtag-piu-usati-e-popolari/.

Usare gli hashtag è ormai diventato un nuovo modo di comunicare: cosa ci riserverà il futuro e questi particolari cancelletti? Li troveremo anche sulle scatole dei nostri cibi, dal dottore,o magari dal meccanico?

Una cosa è sicura: la comunicazione si sta facendo sempre più digitale e meno verbale, ma a volte questo può creare dei misunderstanding per chi legge questi hashtag, senza coglierene il vero e proprio significato.

Forse, invece che scrivere mille cancelletti sui nostri stati di Facebook, di Twitter, o sotto le nostre fotografie su Instagram, dovremmo trovarci per bere un caffé e perchè no, magari farsi un #selfie con la persona che abbiamo invitato e tenerlo per noi.

#Passunivr

A proposito di comunicazione, se ti è piaciuto quello che hai letto in questo numero, e vuoi dire la tua, inviaci il tuo #selfie con il giornale e pubblica la foto sulla nostra pagina Facebook PASS – Il magazine dell’Università di Verona scrivendo il tuo commento e mettendo alla fine #PASSunivr.

Ilenia Attolico

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.