Eventualmente…

Aegee Verona
Facebooktwittergoogle_plusinstagram

Aegee Verona si racconta a Pass Magazine

di Francesco Frison

Articolo comparso nella sezione “Backstage” del nº 46 di Pass Magazine

Le sedute di studio, le pause caffè in chiostro, le semplici passeggiate, sono talvolta interrotte, con piacere o meno, da loschi figuri che fanno volantinaggio: i PR. Non guardateli male (nemmeno troppo bene se sono fidanzati) poiché non hanno colpe. Sono solamente l’ultimo ingranaggio a mettersi in moto quando si organizza un evento. A loro spetta il compito di portarlo a pubblica conoscenza.

Il passaggio precedente, nel caso degli aperitivi linguistici organizzati da Aegee Verona, consiste nello scegliere la data in cui distribuire i volantini. Non è facile: non può essere troppo presto altrimenti le persone se ne dimenticano e neppure troppo tardi, altrimenti nessuno riuscirà ad organizzarsi. Inoltre, il volantinaggio deve essere compatibile con gli impegni di chi lo effettua. Questo porta a tenere in conto di lezioni, temporali, invasioni di cavallette e pubalgie.

I volantini stessi sono frutto di un elaborato studio. Le migliori menti che la nostra epoca ha partorito si riuniscono per decidere l’aspetto che quel pezzettino di carta, tanto bistrattato, dovrà avere. Quelle menti che tra le altre cose hanno anche deciso la data dell’aperitivo e le sue modalità di svolgimento. Non deve essere mai banale, deve permettere di divertirsi ma anche dare l’occasione di parlare lingue diverse e ricevere qualcosa a livello personale. A questo servono i “mini giochi” che di solito fanno da cornice a tutto. Aiutano anche a vincere la timidezza, ma mi vergogno a scrivere le mie esperienze.

Questo è in breve il percorso seguito quando si organizza un aperitivo linguistico e, in generale, un evento. Ci sono moltissimi altri particolari da prendere in considerazione (accordi con i locali, spese, materiali), ma non è possibile dilungarsi oltre. Se però vi è sorta la curiosità di vedere come si svolge uno di questi eventi, siete tutti benvenuti.

Facebooktwittergoogle_plus

Lascia un commento