La Scuola della Pace cerca volontari

scuola della pace
Facebooktwittergoogle_plusinstagram

Aiuto scolastico, integrazione e amicizia: pronti a dare una mano?

Articolo comparso nella sezione “Ateneo” del nº 47 di Pass Magazine

di Emanuele Ciccarino

Tutti i venerdì dalle 16 alle 18 nei locali della chiesa di Gesù Divino lavoratore di Borgo Roma, i Giovani per la pace della Comunità di Sant’Egidio si occupano di supportare i bambini nello svolgimento dei compiti, ma anche e soprattutto creare amicizia e incontro tra ragazzi che vivono tutti nello stesso quartiere nonostante appartengano a differenti culture. La Scuola della Pace, così si chiama questa realtà, per compiere la sua missione ha sempre bisogno di giovani volenterosi.

Tutto avviene in maniera semplice e quasi naturale attraverso lo svolgimento di attività ludiche e ricreative, riflessioni sull’attualità e sul mondo circostante, condivisione di momenti di festa durante periodi particolari dell’anno. L’anno scorso, per esempio, è stata organizzata una cena di Natale con i bambini e le loro famiglie, che per l’occasione hanno preparato dei piatti tipici del loro paese d’origine. Durante la cena si poteva assaggiare il riso al curry o il pollo con le spezie africane, dolci italiani o frittelle tipiche dell’Europa dell’est, cibi estremamente diversi, ma uniti dallo stesso sapore di felicità di condividere un momento di festa assieme.

 

Viene anche organizzata una colonia di una settimana insieme ai bambini e ai giovani delle scuole della pace di Padova e Treviso sull’altopiano di Asiago. Durante le attività proposte i bambini si scambiano opinioni, riflessioni ed esperienze. Tutti insieme cantano, ballano, si improvvisano attori e mostrano i loro talenti.

Partendo quindi da una piccola unione tra città del veneto, capiscono che è bello stare insieme in tranquillità e serenità e che se ci si comporta così nel proprio piccolo, un mondo fatto di convivenza pacifica e di scambio può e deve esistere.

La scuola della pace vuol essere perciò un luogo di sostegno scolastico e un punto di riferimento e di ritrovo per i bambini non solo durante l’anno scolastico, ma anche nei mesi estivi. È una realtà ben radicata in altre città, mentre a Verona il progetto è partito da poco più di un anno e può contare sul sostegno di un ristretto gruppo di giovani liceali e universitari. Chi è interessato può partecipare recandosi alla chiesa di Gesù Divino lavoratore, in piazza Giovanni XXIII, o scrivendo a scuoladellapaceverona@gmail.com.

 

Facebooktwittergoogle_plus

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.