Project Work e stage con Univr e Tocatì

Tocatì 2016

Torna anche per l’edizione 2018 la proposta dell’Associazione giochi antichi

Torna per la 9^ edizione il Project work nato dalla collaborazione fra università di Verona e Associazione giochi antichi (Aga), che organizza il Tocatì – Festival internazionale dei giochi in strada. Dal 13 aprile al 16 maggio sarà possibile scoprire come nasce un festival internazionale e avere l’opportunità di entrare nel vivo dell’organizzazione.

Con la presenza ad almeno il 70% delle lezioni sarà possibile ottenere 3 cfu. Saranno 8 lezioni da un’ora e mezza. L’iscrizione, tramite email all’indirizzo [email protected], è obbligatoria entro l’11 aprile. Chi parteciperà al Project Work, avrà inoltre la possibilità di accedere a due diverse tipologie di stage all’interno dell’organizzazione del festival: uno da 250 ore (10 cfu) fra luglio e settembre 2018 e uno da 75 ore (3 o 4 cfu) a settembre.

«Quella del Tocatì è un’esperienza multidisciplinare», racconta Giuseppe Giacon, vice presidente dell’Associazione giochi antichi. «Ci si mette alla prova in contesti diversi, che si possono incontrare in vari ambiti lavorativi. Dagli aspetti organizzativi ai contatti con culture e lingue diverse. Con il Project Work si possono conoscere la struttura e le problematiche dell’organizzazione di un grande evento dal carattere internazionale, avendone una prima visione d’insieme».

Chi non ha mai vissuto il Tocatì, neanche da spettatore, potrebbe chiedersi cos’abbia di speciale questo festival. «Per quattro giorni si cambia completamente la prospettiva con cui guardare la città» afferma Giacon.

Per avere un’idea del significato della collaborazione fra Univr e Tocatì, ecco un’intervista alla docente Marta Ugolini in occasione della scorsa edizione.

Il nostro articolo sull’edizione 2016 del festival.: “Tocatì, una Verona da… giocare!

 

Alessandro Bonfante
Direttore editoriale di Pass Magazine da ottobre 2017, in redazione dal 2014. Laureato in lingue per il commercio e laureando alla magistrale di editoria e giornalismo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.