La Compagnia del Villaggio

Da piccoli teatri comunali all’Ariston di Sanremo

Anteprima dell’articolo della sezione “Cultura” nel n°49 di Pass Magazine

di Valeria Pegoraro (Valérie Blueor)

Qual è quel genere teatrale e cinematografico nato negli USA alla fine dell’800 che utilizzò la maggior parte delle tecniche espressive e comunicative del melodramma italiano? Il musical.

Una tipologia di teatro musicale che oggi risulta poco conosciuta in Italia, ma che fortunatamente ha chi si sta prendendo l’onere e l’onore di diffonderla. La Compagnia del Villaggio è una di queste troupe di attori temerari che ha avuto il coraggio di lanciare il musical partendo da piccoli teatri comunali del Veneto, per poi solcare i palchi di fama nazionale, come l’Ariston di Sanremo. Un’ascesa che ci è stata raccontata durante l’intervista a Luca Lovato, regista e fondatore della Compagnia.

Luca ci spieghi brevemente come è nata la sua passione e l’idea di fondare una Compagnia di Musical.

Parto dicendo che sin da piccolo ho sempre adorato il  recital e il teatro musicale, in generale, e che questo amore l’ ho coltivato assieme a mia nonna.  Nel corso degli anni ho approfondito questo interesse mediante la visione di molti spettacoli di Musical , la partecipazione a vari corsi universitari, e non, di recitazione e una collaborazione registica con l’attore comico vicentino Antonio Peo Pegoraro.

Ma il vero punto focale che mi diede modo di sperimentare la possibilità di allestire uno spettacolo e di dirigere degli attori dilettanti, lo ritroviamo nel mio lavoro estivo, come capo dello staff  dell’organizzazione degli eventi artistico culturali,  all’interno Villaggio Turistico Marzotto.

Lì ebbi per la prima volta la possibilità di inscenare alcuni cult come Cantando sotto La PioggiaSette spose per sette fratelli (…) e fu proprio dalla volontà di portare tali opere al di fuori del villaggio turistico che nacque l’ idea di fondare la nostra Compagnia. Era il 2004 ed eravamo partiti in 5 persone per poi raggiungere un numero ben più cospicuo di membri fino ad arrivare nel 2007 a decidere di dar vita ad un’associazione culturale capace di offrire anche laboratori per la formazione dei nostri futuri performer . Fino ad arrivare oggi ad avere più di una centinaia di associati e differenti tipologie di corsi e livelli.

C.d.V. Laboratori

Oltre al vostro intento formativo ci parli dei vari pièce che avete inscenato nel corso in tutti questi anni.

Noi abbiamo sempre cercato di portare un’opera in italiano, quindi inizialmente eravamo partiti con Pinocchio e Notre Dame De Paris, per poi inoltrarci anche nelle storie Disney come, La Bella e la Bestia, il Re Leone o nei colossal del Musical Broadwayano come CatsJesus Christ Superstar(…).

Per poi eseguire anche delle nostre drammaturgie, come ad esempio Hansel & Gretel e il Maleficio della Foresta Nera Aladino e la Lampada Meravigliosa.

La prima è un’opera che prende spunto dalla favola dei fratelli Grimm. Ma noi l’abbiamo rivisitata  e sdoganata  dalle sue tinte macabre,  cercando allo stesso tempo di mantenere pur sempre il tema della lotta del bene contro il male. Il nostro intento è quello di far comprendere a tutti, bambini e adulti, il nostro spettacolo, ma soprattutto quello di trasmettere alcuni valori che stavano alla base dell’idea/senso di famiglia. E con famiglia non intendo unione di persone, ma forza che tende ad aiutarsi e a far cooperare individui e per giungere ad un fine comune, ovvero  il superamento delle difficoltà.

‌Mentre con Aladino avevamo  oltre all’ intento morale, quello ludico. In parole povere volevamo far divertire il pubblico con una storia del tutto diversa da quella proposta dalla Disney. Infatti  ci siamo, in primis, ispirati a Mille ed una notte e da lì abbiamo ricostruito tutto l’intreccio narrativo, immettendo ulteriori personaggi accattivanti. Vi dico solo che questa volta i geni della lampada sono due, uno più rocambolesco dell’altro! Se volete scoprire la storia venite a vederci il 20  ottobre al Luna di Milano.

Il 20 ottobre al Luna di Milano

Per finire, se non sbaglio, voi avete collaborato anche con vari artisti con un curriculum decisamente molto interessante.

Sì esatto, proprio così. Il primo che cito è uno dei nostri primi allievi, Matteo Perin, che oggi insegna nei nostri laboratori e qualche anno fa a fatto parte della produzione italiana dello spettacolo Priscilla La Regina Del Deserto. Da non dimenticare inoltre la cantante Rossana Carraro,  anche lei  è entrata a far parte del Cast di una produzione differente dello stesso spettacolo, ovvero quella spagnola.  Chiara Santa Giuliana, cantante e corista in alcune trasmissioni della Rai, che sin dall’inizio ha dato un grandissimo apporto alla compagnia,curando le voci di molti dei nostri allievi. Laura Benetti, formidabile performer a tutto tondo, oggi presidente della nostra associazione e insegnante di recitazione, che a ha sempre contribuito all’allestimento dei vari spettacoli a fianco di Pier Antonio Dalla Riva ottimo attore, responsabile musicale e scenografo provetto. Infine Antonio Lanzillotti esperto compositore di colonne sonore per il cinema e per il Musical.

Da non dimenticare le collaborazioni che abbiamo avuto in passato con altri esperti nel settore come Federica Basile, Elena Tavella, Matteo Gandolfo e a molti altri ancora.

E siamo ben contenti di collaborare in futuro con altri artisti per diffondere la sublime arte del Musical.


CLICCA SUL NOME DELLA SEZIONE PER LEGGERE GLI ULTIMI ARTICOLI:

“ATENEO”

“CULTURA”

“BACKSTAGE”

“EDITORIALE”

Valeria Pegoraro
Teatrante. Promozione Spettacoli Teatrali ed eventi Artistici
http://Valeria%20Pegoraro%20(Valérie%20Blueor)%20Facebook

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.