SOS casa: lo studente fuorisede alla ricerca di una stanza in affitto

SOS Casa - Illustrazione di Alessia Silvestrin

Un confronto tra alcune esperienze di studenti

che hanno trovato alloggio a Verona

Articolo comparso nella sezione “Ateneo” del n°49 di Pass Magazine

di Carla Raso

 

L’imminente trasferimento in una nuova città comporta la ricerca di un appartamento o, più di frequente, di una stanza da affittare. Che sia un monolocale, un bilocale, una stanza singola o una doppia da condividere, lo studente fuorisede si ritrova a vagare per i quartieri della città a visionare le proposte o ad accontentarsi delle foto su siti internet e pagine Facebook dedicate, alla ricerca del luogo che diventerà la sua nuova casa.

La maggior parte degli studenti fuorisede dell’università di Verona cerca una stanza in affitto nella zona di Veronetta. Si tratta di un quartiere multietnico dai palazzi datati e dagli appartamenti spesso mal tenuti, ma resta comunque la zona universitaria per eccellenza e i prezzi sono abbordabili. Nel quartiere si trova la sede del Polo Zanotto, la Biblioteca Frinzi, Palazzo Zorzi, l’ex Palazzo di Economia e la nuovissima sede di Santa Marta. Soltanto il ponte Navi divide la zona dal centro storico della città. Da segnalare inoltre il lungadige Sammicheli e il quartiere Filippini e in direzione opposta Porta Vescovo.

 

L’esperienza di Migena

“Nonostante la “cattiva” fama del quartiere ho deciso di abitare nella zona di Porta Vescovo sia per vicinanza che per convenienza: 5 minuti a piedi dalla stazione omonima e 12 minuti a piedi dal Polo Zanotto. Trovo il quartiere abbastanza tranquillo e ho tutti i comfort a portata di mano: fermate dei bus, supermercati, posta, banca, bar e pasticcerie. I palazzi sono principalmente vecchi ma all’interno per la maggiore ristrutturati. Sono abitati soprattutto da famiglie e persone anziane quindi anche la sera mi sento abbastanza tranquilla.”

Pro: Posizione e servizi disponibili.

Contro: La zona, soprattutto la sera, è poco controllata.

 

Superata la stazione di Porta Vescovo, Borgo Venezia si avvicina alla sede di Scienze motorie.
È una zona più distante dal centro ma ben servita.

 

L’esperienza di Alessia e Carolina

“Abitiamo a Borgo Vene zia e possiamo dire di trovarci molto bene. Il quartiere è ben servito: supermercati di varie fasce di prezzo, banche, posta e anche qualche locale carino. Si alternano palazzi nuovi e in buone condizioni ad altri che avrebbero bisogno di una ristrutturazione. I bus lo collegano a diverse parti della città, compreso il Polo Zanotto. Anche se non abbiamo scelto il quartiere per vicinanza ma per convenienza, in 30 minuti a piedi arriviamo a lezione e una passeggiata non fa mai male.”

Pro: Convenienza, tranquillità e comfort vicini.

Contro: Lontananza dal centro.

Fotografia di Carla Raso

 

Il quartiere Cittadella e Corso Porta Nuova sono i luoghi ideali se frequentate il dipartimento di Scienze Giuridiche o l’Accademia di Belle Arti. La zona è molto centrale, a pochi minuti a piedi dal centro storico e dalla stazione Porta Nuova, e di conseguenza gli affitti sono più elevati. Potreste coniugare vicinanza e convenienza optando per una stanza in condivisione.

 

L’esperienza di Davide

“Ho deciso di abitare in corso Porta Nuova per avvicinarmi al centro. Lo scorso anno abitavo in Borgo Venezia e la distanza mi stava un po’ stretta, soprattutto la sera. I palazzi della zona sono inoltre molto più nuovi e ben curati rispetto alla mia esperienza precedente. Raggiungo facilmente il Polo Zanotto in circa 10 minuti di bici o 20 minuti a piedi (raramente prendo l’autobus ma anch’essi ci mettono 10 minuti circa). Ho tutti i comfort a disposizione: farmacie, banche, posta, supermercati e autobus. I pro aumentano per il mio coinquilino: frequenta Scienze giuridiche e in meno di 5 minuti a piedi raggiunge la sua sede.”

Pro: La posizione. Tornando a casa nel fine settimana la vicinanza della stazione è fondamentale, soprattutto quando la domenica sera i treni sono perennemente in ritardo.

Contro: Affitto elevato. Io divido una doppia quindi riesco ad attutire le spese.

 

Se la vostra sede è invece Cà Vignal, Borgo Roma è il quartiere che fa per voi. A pochi passi dall’omonimo ospedale, sede della Scuola di medicina e chirurgia, dalla biblioteca Egidio Meneghetti e dal nuovo centro commerciale Adigeo, la zona sud di Verona è una zona residenziale a circa 2 km dal centro.

 

L’esperienza di Jessica

 “Il quartiere è veramente ben servito: supermercati, parchi, farmacia, palestre, piscina, cinema, banche, uffici postali: tutto il necessario per uno studente fuorisede, centro commerciale compreso. La linea 72 collega Policlinico-Porta Vescovo ogni 20 minuti e la trovo molto comoda per arrivare al Polo Zanotto.

I palazzi non sono il massimo: la maggior parte sono vecchi, decadenti e tenuti molto male. Io ho avuto la fortuna di trovare un appartamento nuovo e ristrutturato dopo aver vissuto varie esperienze negative. In generale posso dire che c’è un alternarsi di vie tenute bene e vie più vecchie e trasandate. L’interno dipende un po’ dalla fortuna.”

Fotogafia di Andrea Pistillo @andrenvoyage

Pro: Rapporto qualità/prezzo. Non considerando il traffico arrivo in facoltà in 10 minuti di autobus. Il quartiere è molto tranquillo e si studia bene grazie all’assenza di rumori provenienti dalla strada. Ha molte zone verdi e per me questo è un pro non da poco. È inoltre un quartiere multietnico, anche dal punto di vista culinario, e questo è positivo soprattutto per gli appassionati di cibo asiatico.

Contro: Trovo molta difficoltà a tornare a casa la sera e consiglio di non uscire da soli – le notizie di cronaca non mancano. La zona non è ben collegata al centro della città e il traffico della mattina e della sera comporta un perenne ritardo da parte degli autobus. La domenica la linea 72 non è attiva e trovo difficile raggiungere la stazione Porta Nuova con i mezzi, quindi spesso finisco per fare una lunga passeggiata a piedi.

 

Illustrazione in copertina di Alessia Silvestrin

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.