In isolamento, senza contatti con amici: come affrontare la solitudine?

affrontare la solitudine coronavirus a casa

Il coronavirus ci costringe anche ad affrontare la solitudine. Stiamo vivendo un’esperienza nuova. Una pandemia di queste dimensioni, che si insinua in modo così esteso nella nostra quotidianità non l’avevamo mai nemmeno immaginata. Proviamo quindi a rispondere, con la collaborazione di alcuni psicologi, agli interrogativi che ci mettono in difficoltà in queste giornate.

Continua infatti la collaborazione fra Pass Magazine e Psychoarea Young, un’associazione di giovani psicologi con sede a Verona. Pass ha fatto loro “Le domande in quarantena”, e questa è la terza puntata (dopo “Ho paura del coronavirus. È sbagliato?” e “Convivenza forzata in famiglia: come affrontarla?“).

In fondo alla pagina trovate gli altri temi che toccheremo e le istruzioni per aggiungere le vostre domande.

In isolamento, senza contatti con amici… Come affrontare la solitudine?

Se in questo periodo gestire la famiglia non è facile, altrettanto può rivelarsi convivere con se stessi. È quindi importante non trascurare il proprio benessere, in modo da affrontare le giornate in casa con un atteggiamento positivo.

Tempo

Programma in ogni giornata uno spazio personale dove puoi dedicarti del tempo: cerca di fare cose che ti fanno stare bene (cura del proprio corpo, tempo dedicato in cucina a cucinare) e prenditi cura delle persone che hai intorno.

Consapevolezza

Considera questa quarantena come uno spazio di consapevolezza del tuo mondo interiore: in questo modo sarai pronto a reagire in modo equilibrato allo stress. Ad esempio, se durante la giornata provi un momento carico di tensioni, cerca di prenderne consapevolezza in modo da poterlo affrontare con più calma. Utile in questo senso è sperimentare tecniche di rilassamento e meditazione.

Orari

Rispetta gli orari programmati nella gestione della tua giornata (sveglia, lavoro, pranzo, attività fisica, cena) in modo tale che la giornata sia scadenzata e che segua dei ritmi.

affrontare la solitudine coronavirus a casa
Photo by Valeria Ushakova from Pexels
Relax

Prenditi uno spazio di relax alla fine della giornata da dedicare alla visione di un film, alla lettura di un buon libro, ascoltare musica che ti piace.

Tecnologia

Le tanto demonizzate nuove tecnologie, in particolare i social media, sono molto utili in questo momento, ci permettono infatti di alleviare il senso di isolamento e solitudine, mettendoci in contatto con amici e familiari. È importante imparare a farne un uso consapevole, evitare le abbuffate e prenderci le giuste pause, ricordandoci che anche le vecchie telefonate sono un mezzo più che valido per sentirci vicini agli altri.

Anche se passi tutta la giornata in casa, cerca sempre di curare il tuo aspetto fisico, e se in una giornata non sei stato abbastanza positivo o produttivo, pensa che il giorno dopo andrà meglio ed una giornata storta capita a tutti!

Cerca poi di non fuggire dalla solitudine. Questo periodo può rappresentare anche un’occasione per conoscere meglio se stessi, per cui concediti del tempo per stare con te stesso anche solo per ascoltarti e riflettere sui tuoi bisogni e le tue emozioni.

Gli appuntamenti con “Le domande in quarantena”

  • Non sono malato/a e nessuno dei miei conoscenti lo è… Però ho paura del coronavirus: è sbagliato? [LEGGI QUI]
  • Convivenza forzata in famiglia: come affrontarla? [LEGGI QUI]
  • Già avevo incertezze e ansia per il futuro, come faccio a non sentirmi persa/o in questo caos? [LEGGI QUI]

Avete altre domande in questo periodo di clausura forzata? Inviatele pure alla email [email protected] oppure contattate direttamente gli psicologi di Psychoarea Young (contatti qui sotto).

PsychoArea Young

PsychoArea Young è un’associazione di giovani psicologi con sede a Verona. Potete contattarli e informarvi sulle loro iniziative attraverso la pagina Facebook PsychoArea Young o alla email [email protected].

Con loro abbiamo già parlato anche di “ansia da esame” e autostima.

psychoarea young ansia da esame
Gli psicologi di PsychoArea Young. Margherita Isalberti, Andrea Dalboni, Camilla Castellarin ed Elisa Veneziani

Leggi anche:


Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.