Rendez-vous Teatrali (a Verona) dal 9 Dicembre al 22 Dicembre

teatri a verona

Nuovo, Camploy, Filarmonico. Ma anche Fucina Culturale Machiavelli, Modus, Satiro Off molti altri ancora. Valérie Blueor ci accompagna per i Teatri di Verona, alla scoperta di tutti gli spettacoli presenti in città dal 9 Dicembre al 22 Dicembre 2019. Cari lettori, spero che nelle scorse settimane vi siate presi un po' di quell'amato tempo libero per andare a gustarvi un bello spettacolo fra quelli citati nella mia pubblicazione precedente ...anche perché c'era abbastanza l'imbarazzo della scelta.

A spasso stando (teatralmente) al passo!

Un viaggio appassionato fra i teatri veronesi Articolo comparso nella sezione “Cultura” del n°48 di Pass Magazine di Valeria Pegoraro (Valérie Blueor) Cari lettori se non sapete come passare le vostre serate e siete stanchi del solito aperitivo post studio intensivo o semplicemente necessitate di sperimentare nuove forme d'intrattenimento e d'incontro, sappiate che esiste una soluzione giusta per voi. Non pensate che qui si stia parlando di "Meetic", ma di Teatro, con la T Maiuscola. E se a Verona parliamo di teatro, vi è veramente l'imbarazzo della scelta. In questo articolo leggerete una breve illustrazione sui principali edifici teatrali presenti nella nostra città.

Death Note: perché il film di Netflix non convince come il manga/anime

Di Jessica Turato È la fine di marzo 2017 e Netflix, azienda leader per i servizi di streaming on demand, rilascia il teaser trailer del tanto atteso del film Death Note, che agli abbonati è stato reso disponibile dal 25 Agosto. Trattandosi di uno dei manga/anime più amato di sempre, la notizia crea un grandissimo stupore e immediatamente il breve trailer raggiunge un altissimo numero di visualizzazioni, soprattutto perché per la prima volta si tratta di un remake hollywoodiano, diretto da Adam Wingard (Blair Witch, 2016). Certamente le premesse per la riuscita di un film mozzafiato non mancavano. Chiunque sia anche solo

Blade Runner 2049: La recensione

Ho visto cose che voi non-cinefili non potreste immaginarvi… di Silvia Pegurri “Basta sequel!” Ammettetelo, anche voi lo avete pensato alla notizia dell’uscita del nuovo Blade Runner: 2049. Ma come ogni volta siamo andati al cinema nella speranza di vedere qualcosa di nuovo e non solamente l’ennesimo proseguimento di una saga già conclusa. Questa volta la pellicola di Denis Villeneuve ci sorprende: non è un remake per fare più soldi, ma un capolavoro al pari del primo film. Il mondo in cui è ambientato è lo stesso del vecchio Blade Runner, ma ci troviamo in un’altra realtà, in cui l’ordine regna e

“Il faro di Blackdale”: alla ricerca della creatività perduta, con un pizzico di magia

Intervista ad Alvise Brugnolo, giovane autore esordiente All’età di venticinque anni e ancora studente, pubblica il suo primo romanzo: “Il faro di Blackdale”. Stiamo parlando di Alvise Brugnolo, prossimo al conseguimento della laurea magistrale in Editoria e giornalismo. Il romanzo, edito da Onda D’urto Edizioni, sarà presentato il 28 maggio alle 18 alla libreria Il Minotauro, in via Cappello a Verona. Innanzitutto, quando hai iniziato a scrivere “Il faro di Blackdale” e come hai avuto l’ispirazione per questa storia? Ho iniziato a scriverlo durante gli studi triennali all’Università Ca’ Foscari di Venezia. I tempi di scrittura non sono stati troppo lunghi, ma una

Contest | Quattro PASSi nel racconto

‘’Mio padre diceva sempre che scrivere, per lui, era un po’ come passeggiare. A volte trovavi il bel tempo, un cielo limpido baciato dal sole, e prati in fiore e alberi accarezzati dal vento che cullavano le proprie idee frusciando tra i rami. Molte altre invece era grigio e scuro, pioveva e tuonava, e soltanto qualche bagliore rischiarava il sentiero della ragione, ma appena per un momento; si perdeva nel rombo dei fulmini, il caotico brusio di mille altri pensieri, e toccava fermarsi, cercare, capire.Eppure il tracciato era sempre lì, un po’ malmesso certo, spesso addirittura nascosto, oppure in salita,

La Spia – A Most Wanted Man

Dopo gli eventi del’11 settembre e gli attentati a Londra e Madrid, l'allerta è massima e la caccia ai terroristi ha la priorità negli stati occidentale. Amburgo non è solo una città portuale, ma anche base di alcune cellule terroristiche responsabili dell'attentato alle Torri Gemelle. Ed è qui che opera un gruppo di agenti segreti anti-terrorismo capitanati da Günther Bachmann, la spia. Lontano dallo stereotipo cinematografico e seriale dell'agente segreto, Bachmann (Phillip Seymor Hoffman) è un tipo solitario, a cui piace bere, fumare e dedito al suo lavoro: giorno e notte è sempre in prima linea nella ricerca di possibili

SIAMO TUTTI CHARLIE

Mercoledì 7 gennaio 2015 sembra essere un tranquillo mercoledì invernale in Europa.Questa tranquillità dura fino alle 11.30, quando a Parigi un gruppo armato di tre terroristi islamici irrompe nella sede del settimanale satirico francesce “Charles Hebdo” uccidendo dodici individui e provocando undici feriti, quattro dei quali gravi. In questo tragico attentato hanno perso la vita otto giornalisti (tra cui il direttore), il portiere dello stabile dove si trova la sede del giornale, due agenti a protezione del direttore e un ospite che era stato invitato alla riunione della redazione.Un fatto tremendo e cruento, motivato da ragioni che appaiono insensate.Durante l'assalto

“A me me piace ‘o blues e tutt’ ‘e juorne aggia cantà” Ricordando Pino Daniele.

La vita è imprevedibile.Succedono cose alle quali non sappiamo darci una spiegazione.E cosi improvvisamente stanotte, è Eros Ramazzotti a darne il triste annuncio su Instagram: “Anche Pino ci ha lasciato. Grande amico mio, ti voglio ricordare con il sorriso,mentre io, scrivendo sto piangendo. Ti vorrò sempre bene perchè eri un puro ed una persona vera oltre che un grandissimo artista. Grazie per tutto quello che mi hai dato fratellone, sarai sempre accanto al mio cuore. Ciao Pinuzzo.”Dopo l'improvvisa perdita di Mango, un altro grande pezzo da 90 della nostra Italia cantautorata lascia un grande vuoto nella musica: alla sola età