I volti di Pass

La rubrica dedicata al dietro le quinte del giornale Articolo comparso nella sezione “Backstage” del nº 46 di Pass Magazine  di Sara Faroni Pass Magazine vuole mettere i suoi lettori a tu per tu con gli studenti che svolgono le mansioni meno visibili all’interno della redazione, ma che garantiscono lo svolgimento di tutte le attività legate al magazine dell’università. Perché partecipare ad un giornale oggi non significa solo scrivere articoli, ma anche curare il sito, gestire i profili social, realizzare la grafica e molto altro. In questo numero Matteo Busi ci parla del suo impegno con il sito web di Pass. Innanzitutto, presentati. Mi chiamo Matteo,

Università e contorni – I locali preferiti dagli studenti

Aperitivo spritz bar

Quale locale preferiscono gli studenti veronesi per la pausa pranzo o l’aperitivo? Articolo comparso nella sezione “Backstage” del nº 46 di Pass Magazine di Jessica Turato Uno degli obiettivi di Pass è avvicinarsi alla realtà degli studenti Univr. In questo numero, invece di intervistare i proprietari dei bar della zona universitaria, abbiamo passato la parola proprio agli studenti che, curiosi e divertiti, hanno risposto alle nostre domande: quale locale nei dintorni della tua facoltà preferisci? Per quale motivo? Lo consiglieresti ai tuoi colleghi? È emerso che i fattori che più incidono sulla scelta dei bar sono, come è facile immaginare, il prezzo dei

Eventualmente…

Aegee Verona

Aegee Verona si racconta a Pass Magazine di Francesco Frison Articolo comparso nella sezione “Backstage” del nº 46 di Pass Magazine Le sedute di studio, le pause caffè in chiostro, le semplici passeggiate, sono talvolta interrotte, con piacere o meno, da loschi figuri che fanno volantinaggio: i PR. Non guardateli male (nemmeno troppo bene se sono fidanzati) poiché non hanno colpe. Sono solamente l'ultimo ingranaggio a mettersi in moto quando si organizza un evento. A loro spetta il compito di portarlo a pubblica conoscenza. Il passaggio precedente, nel caso degli aperitivi linguistici organizzati da Aegee Verona, consiste nello scegliere la data in cui distribuire

Che l’avventura abbia inizio!

Madrid

Un mese in terra spagnola Il diario dall'Erasmus di Chiara Gianferotti Articolo comparso nella sezione “Backstage” del nº 46 di Pass Magazine Hola chicos! Sono Chiara, una studentessa di Verona di Lingue per l’Editoria, e durante quest’anno accademico vi accompagnerò qui su PASS con le mie (dis)avventure direttamente da Madrid. Iniziamo! In questo primo capitolo vi parlerò dell’università. Ci tengo a precisare che molte cose possono cambiare da un ateneo spagnolo all’altro e che qui leggerete la mia esperienza personale. Nonostante si pensi che l’Erasmus in Spagna sia solo grandi divertimenti, ci tocca anche studiare! Il sistema universitario spagnolo è completamente diverso rispetto al nostro in

Vita da studente fuori sede

Polo Zanotto

L’esperienza di Michael M., al secondo anno di Scienze Giuridiche Articolo comparso nella sezione “Backstage” del nº 46 di Pass Magazine di Emanuela Raimondi e Carla Raso Sempre più giovani decidono di abbandonare la comfort zone della casa natale per inseguire i propri sogni e realizzare i propri progetti. Carenza di sedi universitarie nelle proprie città, desiderio di frequentare corsi di studio specifici o semplice voglia di autonomia, molti sono i fattori che spingono i giovani allo status di studenti fuori sede. Questo mese abbiamo chiesto a Michael M., studente alto-atesino di madre lingua tedesca al secondo anno di Scienze giuridiche, di raccontarci la sua

Professor Who? | Lorenzo Migliorati

Backstage - Professor Who

Intervista a Lorenzo Migliorati, docente del dipartimento di Scienze umane Articolo comparso nella sezione “Backstage” del nº46 di Pass Magazine di Laura Chilla Iniziamo con le sue passioni: cosa le piace fare nel tempo libero? Sono nato in montagna e appena ho mezza giornata libera amo fare camminate ed escursioni: un vero e proprio montanaro. Inoltre mi piace leggere, in particolare romanzi storici. Fred Vargas, ad esempio, è uno dei miei autori preferiti. Camminate a parte, è uno sportivo? Non pratico nessuna attività sportiva in particolare e non sono nemmeno un grande amante dello sport in tv. Tuttavia, mi piacciono molto gli eventi sportivi, la grande epica

Suggerimenti per matricole… E non solo!

Qualche dritta per la vita universitaria Articolo comparso nella sezione “Backstage” del n°45 di Pass Magazine   Il mondo universitario è talmente complesso che a volte ci si perde. “È una palestra della vita”, si sente dire. Bella la metafora della palestra: il problema è che uno pensa di andare a fare tre quarti d’ora di pilates, e invece si trova davanti il sergente Hartman per una sessione di allenamento in stile marine. Per evitare spiacevoli K.O., Pass Magazine prova a dare qualche suggerimento ai propri lettori. Una bussola per districarsi fra alloggi, trasporti, scadenze e burocrazia. Consigli generali. Controlla sempre con largo anticipo le

Intervista al professionista – Nicola Albi

Nicola Albi, Aesse Communication professionista comunicazione

Due parole con Nicola, laureato Univr e professionista nel campo della comunicazione Articolo comparso nella sezione "Backstage" del n°45 di Pass Magazine di Alessandro Bonfante Il mondo della comunicazione è in continua evoluzione. Nuovi canali, nuove modalità e nuovi stili sono all’ordine del giorno. Un professionista in questo campo deve sempre essere aggiornato e affrontare nuove sfide. Abbiamo chiesto a un laureato dell’università di Verona, Nicola Albi dello Studio AEsse Communication, di raccontarci il suo percorso professionale. Parlaci del tuo percorso scolastico-universitario e lavorativo. Il mio percorso universitario è iniziato nel 2010, quando mi sono iscritto al corso di laurea triennale di Scienze della comunicazione,

Backstage | Intervista Al Professor Edoardo Demo del Dipartimento di Scienze Economiche

Cosa le piace fare generalmente nel tempo libero? Mi piace praticare sport (vado spesso a nuotare) e fare passeggiate. Oltre a questo mi piace passare del tempo con la famiglia e se riesco visitare nuove città. Se le piace leggere, predilige qualche genere in particolare? Legge anche giornali o periodici d’attualità o comunque specifici per la materia che insegna? Mi piacciono moltissimo i fumetti, su tutti Tex Willer. Per il mio lavoro, invece, consulto regolarmente periodici scientifici (con argomento storico-economico) e banche dati, sia cartacee che soprattutto in rete. Con quale mezzo di trasporto si reca all'università? Generalmente utilizzo il treno, mentre in seconda battuta utilizzo l’automobile. Questa la uso a volte e più che altro

Backstage | Intervista al Professor Fabio Forner del Dipartimento di Filologia, Letteratura, Linguistica

1. Cosa le piace fare nel tempo libero? Essendo padre di due bambini il tempo libero lo dedico a loro e alla mia famiglia, magari andando al parco a fare qualche passeggiata, per esempio. Per il resto ho sempre avuto la passione per la montagna e ho praticato anche running a livello amatoriale. 2. Le piace leggere? Se sì, predilige qualche genere particolare? Inoltre, legge anche giornali o periodici d’attualità o comunque specifici per la materia che insegna? Sì, mi piace leggere. Per la lettura di svago, son sempre stato molto appassionato della letteratura inglese dell’Ottocento e del Novecento e dei romanzi italiani