Frinzi: accoglienza o problemi di sicurezza?

I commenti dei gruppi universitari sulla situazione in biblioteca. Un post su Facebook da 250 e passa mi piace, con tanto di foto dello spazio antistante la sala consultazione al secondo piano della Frinzi. Nei giorni scorsi ha avuto notevole rilevanza mediatica la proposta di Nicolò Sesso, membro, nonché fondatore, del gruppo studentesco SUV - Studenti Universitari Veronesi, di attuare delle misure di sicurezza negli spazi della biblioteca Arturo Frinzi, visto la presenza, in alcuni spazi, di «soggetti chiaramente non interessati allo studio o alla consultazione di volumi». L’intento di Sesso, e del gruppo SUV, sarebbe quello di «inserire un controllo quotidiano