Job: Should I stay or should I go?

È vero che i giovani di oggi sono sfiduciati verso il mondo del lavoro? Se sì, fanno bene a esserlo? Sono queste le domande da cui partirà la discussione domani, martedì 8 maggio, in occasione dell'aperitivo-dibattito dal titolo "Job: should I stay or should I go?". L'appuntamento è per le 18 al bar Thesy, in via Cantarane, 10 a Verona (zona Santa Marta). Il dibattito, rivolto in particolare agli studenti universitari, ma aperto a tutta la cittadinanza, sarà introdotto da un intervento a cura di Giorgio Gosetti, docente di Sociologia del lavoro nel nostro ateneo. A seguire libero spazio per la discussione. Il

Grande successo per il dibattito su giovani e Europa

Dibattito Europa

Soddisfazione da parte dei cinque gruppi studenteschi organizzatori Grande successo ieri, mercoledì 21 febbraio, per il dibattito con alcuni dei candidati alle prossime elezioni organizzato da cinque gruppi universitari, Aegee Verona, Gfe Verona, Oltre - Studenti per il futuro, La Gallina Ubriaca e Pass Magazine. Oltre 50 persone, in buona parte giovani, si sono ritrovate alle 17 di un mercoledì di febbraio in sala Lodi per ascoltare le proposte degli aspiranti parlamentari. Dopo l'introduzione di Davide Turi, presidente del Consiglio degli studenti, i gruppi studenteschi hanno posto le loro domande sui temi dell'Europa, della "generazione Erasmus" e del futuro per i giovani.

Continuano gli incontri sull’Europa

Europa Nicolini Brunelli

Soddisfazione per l'incontro del 20 dicembre, ma si guarda avanti di Alessandro Bonfante Dopo il successo dell'incontro “La crisi catalana ai margini dell’Europa?” del 20 dicembre agli spazi delle associazioni studentesche di via Campofiore, i gruppi organizzatori guardano già ai progetti del prossimo anno. Sono in programma altri incontri sui temi dell'Unione europea. Ecco le parole di Gianluca Bonato degli Universitari per la Federazione europea e Francesca Parisi di Aegee Verona. https://youtu.be/NSntb0Ivauw L'incontro di mercoledì 20 dicembre si concentrava sul voto catalano del giorno successivo (21 dicembre 2017) e sulle ricadute della crisi spagnola-catalana sul contesto europeo. Queste le parole dell'ospite della serata Matteo Nicolini, docente di

In via Campofiore si parla della crisi catalana

Catalogna 20 dicembre

Mercoledì 20 dicembre incontro proposto dai gruppi universitari di Alessandro Bonfante "La crisi catalana ai margini dell’Europa?” è il titolo dell'incontro che si terrà mercoledì 20 dicembre 2017 alle 18 negli spazi studenteschi di via Campofiore, 17, con gli interventi di Matteo Nicolini docente di Diritto pubblico comparato del nostro ateneo e Federico Brunelli direttore dell’Istituto Spinelli, che si occupa di temi legati al federalismo e all'integrazione europea. L'appuntamento fa parte di una serie di incontri sulla questione dell'Europa, che continua dallo scorso anno accademico e proseguirà nei prossimi mesi. La data dell'incontro con Nicolini e Brunelli cade proprio alla vigilia di nuovo capitolo della crisi

L’identità dell’Europa secondo Galli Della Loggia

Galli Della Loggia

«Europa: un’identità problematica, un’unità improbabile»: questo il tema scelto da Galli Della Loggia, che ne ha parlato agli studenti in Univr di Emanuela Raimondi L’Europa, i suoi problemi, il suo arduo cammino. Di questo ha parlato, giovedì 16 novembre, lo storico ed editorialista del Corriere della Sera Ernesto Galli Della Loggia, al settimo degli undici appuntamenti del ciclo di conferenze «Europa: eredità, identità, prospettive» organizzato dal Collegio universitario Don Nicola Mazza. Coordinatore dell’incontro Renato Camurri, neo professore ordinario di storia contemporanea al dipartimento Culture e Civiltà. Nella “casa della libertà intellettuale”, così ha definito l’università, Galli Della Loggia ha parlato di identità

Il 2 novembre alla scoperta di Santa Marta

Due guide d'eccezione racconteranno la storia dell’ex caserma austriaca di Carla Raso Il 2 novembre turisti, cittadini e studenti avranno la possibilità di visitare alcuni spazi significativi del complesso Santa Marta, sede del dipartimento di Scienze economiche, con l’obiettivo di far scoprire la storia di questo edificio, ex panificio dell’esercito austriaco. Le visite, della durata di un’ora, saranno condotte dalla direttrice della biblioteca Frinzi Daniela Brunelli e dalla docente di storia economica Maria Luisa Ferrari che si è inoltre occupata dell’allestimento dell'esposizione: “Santa Marta. Storie e percorsi in mostra”. La partecipazione è gratuita, ma è necessaria la prenotazione. A differenza delle precedenti visite guidate,

L’Europa spiegata da Letta

Letta in univr

Letta ospite dell’Università di Verona sul tema «L’Europa e i giovani»: uno sguardo al futuro partendo dal passato. Ognuno di noi si sarà posto almeno una volta la domanda sul perché sia stata fondata l’Europa e, soprattutto, se sia ancora valida come istituzione. Ospite dell’università di Verona, venerdì 6 ottobre, è stata una personalità di spicco in questo campo, l’ex presidente del consiglio dei ministri Enrico Letta, che ha aperto il primo incontro del ciclo di conferenze «Europa: eredità, identità, prospettive», organizzate dal Collegio universitario Don Nicola Mazza. Letta nel corso dell’incontro ha trattato il rapporto tra i giovani e l'Europa

Un giorno da attivista. Diario di bordo

Greenpeace, corteo “La nostra Europa”, Roma, 25 Marzo 2017.  La nostra avventura romana come volontari del Gruppo Locale di Verona comincia il venerdì pomeriggio. Il viaggio dal Veneto al Lazio è lungo (specialmente se ci si ferma ad ogni stazione di servizio), ma tra una canzone e l’altra siamo già arrivati alla Garbatella. Ci buttiamo subito nelle strade e non ci accorgiamo nemmeno che sta per sorgere il sole. Il sabato la sveglia suona troppo presto («ma mi sono disteso 15 minuti fa!»), ma si sa che il caffè fa miracoli. In tarda mattinata incontriamo gli altri gruppi italiani, alcuni volontari europei e

Incontro in Università: “I nuovi confini dell’Europa”

Nel giro di pochi mesi, la parola “Schengen” è entrata di forza nel vocabolario quotidiano di tg e giornali. Ma sappiamo davvero cosa vuol dire, cosa implicano questi accordi? Non è forse opportuno fermarsi a riflettere? Open Your Mind, ESN Verona, Aegee Verona e “Universitari per la Federazione europea” hanno ritenuto di sì. Questi gruppi hanno organizzato per oggi, mercoledì 11 maggio, alle ore 21, nell’aula “Gino Tessari” dell’edificio dell’università Ca’ Vignal 2 (Strada Le Grazie, 15), l’incontro “I nuovi confini dell’Europa”. Relatrice sarà la dott.ssa Caterina Fratea, assegnista di ricerca dell’ateneo veronese in diritto europeo. Schengen al centro del dibattito,

ESN, il legame tra l’università e l’Europa

ASE ESN Verona

Intervista ai membri della sezione veronese. Di cosa si occupa ESN? Noi siamo l’associazione Erasmus Students Network attiva dal 1999. In realtà la nostra associazione nasce già da prima con ASE, l’associazione studenti Erasmus Verona, nata nel 1992. Da ventitré anni ci occupiamo di accogliere gli studenti Erasmus, diamo loro una mano per integrarsi e organizziamo eventi per vivere al meglio la nostra città. [CONTINUA…] Se vi siete persi il cartaceo, il numero di Dicembre 2015 di Pass Magazine è online! Leggi la versione completa dell’articolo di Vanessa De Stradis a pagina 7.