L’inaugurazione della nuova Santa Marta

Ore 12:00, tra gli applausi generali i nuovi locali di Santa Marta vengono ufficialmente aperti al pubblico. Il sindaco Flavio Tosi, il magnifico rettore Nicola Sartor e il professor Romano Prodi, tagliano il nastro tricolore e fanno il loro ingresso nello stabile seguiti da una fiumana di gente, autorità, giornalisti, cittadini e studenti. Meraviglia e stupore sui volti di tutti, per un lavoro minuzioso di recupero e restauro DSCN0469dai risultati eccezionali. Sulle medesime linee progettuali del silos di ponente, Santa Marta é stata oggetto di una ristrutturazione innovativa, che ha cercato di mantenere il più possibile la storia dell’ex Provianda, offrendo però tutti i comfort ai futuri fruitori, studenti docenti e personale tecnico amministrativo. Secondo l’architetto responsabile del progetto, dott. Massimo Carmassi, i muri perimetrali e la copertura superiore sono stati progettati e isolati in modo tale da avere, risparmiando un buon 40% di consumi, un ambiente fresco d’estate e caldo d’inverno, creando le condizioni ideali alle attività previste. In un labirinto di stanze e scale, hanno trovato posto un’area dipartimentale, con uffici, aule e laboratori, e l’amplissima biblioteca, con 350 posti a sedere e 32 postazioni per la ricerca su digitale. A differenza delle aule studio recentemente inaugurate a Corte Maddalene inoltre, la biblioteca è dotata di prese di corrente e di accesso alla rete per ogni postazione e, sulla parola della direttrice, Daniela Brunelli, sarà equipaggiata di macchinette automatiche per la somministrazione di cibi e bevande.

La mostra “Santa Marta. Storie e percorsi in mostra”, al piano interrato, sarà aperta al pubblico fino al 15 gennaio con orario 10-17, eccetto i sabati e le domeniche e i giorni d
al 24 dicembre al 6 gennaio, mentre la biblioteca aprirà, con orario ridotto 8-19:30 dal 18 gennaio 2016.
Gli studenti ringraziano per un regalo di Natale davvero molto apprezzato.

Francesca Cantone

Avatar
Alessandro Bonfante
Direttore editoriale di Pass Magazine da ottobre 2017, in redazione dal 2014. Laureato in lingue per il commercio e laureando alla magistrale di editoria e giornalismo.
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments