Donne di Univr: Deborah Fruner e la politica nel cuore

Deborah Fruner

La quarta intervista della serie “Donne di Univr” è a Deborah Fruner, studentessa dell’Università di Verona candidata al Senato accademico magistrale e al Collegio didattico di Scienze pedagogiche. “Donne di Univr” è una nuova rubrica, che nasce per dare voce a tutte le donne che studiano e lavorano all’Università degli studi di Verona. Noi raccontiamo le loro storie. Deborah Fruner nasce nel 1995 a Riva del Garda. Svolge la triennale a Verona, dove studia Scienze dell’Educazione, per poi iscriversi a Scienze pedagogiche, sempre nell’ateneo veronese. Fa parte di Udu – Unione degli Universitari, la confederazione di associazioni presenti nelle più importanti università italiane. «Quando ho

Elezioni Usa: in streaming da Verona l’incontro sull’Europa e la nuova presidenza americana

bandiera usa stati uniti

Sabato 7 novembre alle 16.45, in streaming dalla Sala Montanari della Società Letteraria di Verona, l’appuntamento “Il partner oltre oceano: l’Europa e la nuova presidenza americana”. Le prospettive future al termine delle votazioni per il nuovo presidente degli Stati Uniti. Trump o Biden? Milioni di americani hanno già votato e si avvicina il 3 novembre, data della chiusura dei seggi per l’elezione del prossimo presidente. Un momento decisivo per gli Stati Uniti, ma anche per il futuro dell’Europa, visti gli stretti legami storici, culturali ed economici. Per questo in occasione delle elezioni americane 2020, sabato 7 novembre alle 16.45 si terrà l’incontro

Verso l’eliminazione dei tirocini non retribuiti

stage - tirocinio - tirocini non retribuiti - ufficio - Photo by Daria Shevtsova from Pexels

Il Parlamento europeo condanna lo sfruttamento del lavoro giovanile attraverso i tirocini non retribuiti. È stata approvata, con 574 voti a favore, 77 contrari e 43 astenuti, una risoluzione non legislativa del Parlamento europeo che «condanna la pratica di stage, tirocini e apprendistati non retribuiti, che sfruttano il lavoro dei giovani e violano i loro diritti». Dopo un lavoro durato mesi, il Parlamento europeo si è espresso a favore dell’agevolazione dei giovani europei: è stata approvata una nuova risoluzione che esorta gli stati dell'Unione Europea a garantire ai tirocinanti una retribuzione «commisurata al lavoro svolto, alle competenze e all’esperienza» e definisce

Donne di Univr: Marta Rostello, rappresentante di Giurisprudenza

Marta Rostello

La terza intervista della serie “Donne di Univr” è a Marta Rostello, studentessa di Giurisprudenza all'Università di Verona e impegnata nella rappresentanza con Oltre. “Donne di Univr” è una nuova rubrica, che nasce per dare voce a tutte le donne che studiano e lavorano all'Università degli studi di Verona. Noi raccontiamo le loro storie. Marta Rostello nasce nel 1997 a Vicenza. Studia Giurisprudenza all’Università degli studi di Verona e, a partire dal terzo anno di università, si trasferisce nel Veronese. Fa parte di Oltre, lista universitaria che si candida nuovamente sia per la rappresentanza di dipartimento, sia per la rappresentanza negli organi maggiori

Donne di Univr: Lucrezia Bolla, presidente di Elsa Verona

Consiglio direttivo Elsa Verona 20-21, presidente Lucrezia Bolla

La seconda intervista della serie “Donne di Univr” è a Lucrezia Bolla, studentessa di Giurisprudenza all'Università di Verona e impegnata in Elsa, la più grande associazione europea di Studenti di materie giuridiche “Donne di Univr” è una nuova rubrica, che nasce per dare voce a tutte le donne che studiano e lavorano all'Università degli studi di Verona. Noi raccontiamo le loro storie. Lucrezia Bolla, presidente di Elsa Verona Lucrezia Bolla nasce a Padova nel 1997. Si iscrive a giurisprudenza all'Università di Verona per dar voce alla sua innata passione e alla sua indole tenace. «Mi affascina cercare di capire il mondo tramite le

Donne di Univr: Francesca Cecconi, la custode dei burattini

Francesca Cecconi - Donne dell'Univr

La prima intervista della serie "Donne di Univr" è a Francesca Cecconi, dottoranda all’Università di Verona e “custode” dei burattini di Nino Pozzo. "Donne di Univr" è una nuova rubrica, che nasce per dare voce a tutte le donne che studiano e lavorano all'Università degli studi di Verona. Noi raccontiamo le loro storie. Francesca Cecconi nasce nel 1987 a Pietrasanta, in provincia di Lucca. Si laurea in Storia delle arti visive e dello spettacolo. Dopo la laurea, lavora come giornalista, scrivendo recensioni di spettacoli teatrali. Poi, il dottorato in Filologia, Letteratura e Scienze dello Spettacolo all’Università di Verona con una ricerca

Come facciamo a non sentirci persi in questo caos?

Già c'erano poche certezze nel nostro futuro, ora anche nel presente. Ci sentiamo persi in questo caos. Una pandemia di queste dimensioni, che si insinua in modo così esteso nella nostra quotidianità non l’avevamo mai nemmeno immaginata. Proviamo quindi a rispondere, con la collaborazione di alcuni psicologi, agli interrogativi che ci mettono in difficoltà in queste giornate. Continua la collaborazione fra Pass Magazine e Psychoarea Young, un’associazione di giovani psicologi con sede a Verona. Pass ha fatto loro “Le domande in quarantena”, e questa è la quarta puntata (dopo "Ho paura del coronavirus. È sbagliato?","Convivenza forzata in famiglia: come affrontarla?" e "Come affrontare la

In isolamento, senza contatti con amici: come affrontare la solitudine?

affrontare la solitudine coronavirus a casa

Il coronavirus ci costringe anche ad affrontare la solitudine. Stiamo vivendo un’esperienza nuova. Una pandemia di queste dimensioni, che si insinua in modo così esteso nella nostra quotidianità non l’avevamo mai nemmeno immaginata. Proviamo quindi a rispondere, con la collaborazione di alcuni psicologi, agli interrogativi che ci mettono in difficoltà in queste giornate. Continua infatti la collaborazione fra Pass Magazine e Psychoarea Young, un’associazione di giovani psicologi con sede a Verona. Pass ha fatto loro “Le domande in quarantena”, e questa è la terza puntata (dopo "Ho paura del coronavirus. È sbagliato?" e "Convivenza forzata in famiglia: come affrontarla?"). In fondo alla pagina trovate gli altri

Convivenza forzata in famiglia: come affrontarla?

convivenza forzata in famiglia

"Questa casa non è un albergo". Ancora per un po' non sentiremo più questa frase: chi era abituato a sfruttare i vantaggi del vivere con i propri genitori, ora probabilmente vede soprattutto i difetti. Come rendere la convivenza forzata in famiglia più sopportabile? Stiamo vivendo un'esperienza nuova. Una pandemia di queste dimensioni, che si insinua in modo così esteso nella nostra quotidianità non l'avevamo mai nemmeno immaginata. Proviamo quindi a rispondere, con la collaborazione di alcuni psicologi, agli interrogativi che ci mettono in difficoltà in queste giornate. Continua infatti la collaborazione fra Pass Magazine e Psychoarea Young, un’associazione di giovani psicologi con

Ho paura del coronavirus. È sbagliato?

Paura del coronavirus

Stiamo vivendo un'esperienza nuova. Una pandemia di queste dimensioni, che si insinua in modo così esteso nella nostra quotidianità non l'avevamo mai nemmeno immaginata. Proviamo quindi a rispondere, con la collaborazione di alcuni psicologi, agli interrogativi che ci mettono in difficoltà in queste giornate. Continua la collaborazione fra Pass Magazine e Psychoarea Young, un’associazione di giovani psicologi con sede a Verona. Pass ha fatto loro alcune domande, "Le domande in quarantena", e da oggi iniziamo a pubblicare le loro risposte. In fondo alla pagina trovate gli altri temi che toccheremo e le istruzioni per aggiungere le vostre domande. Non sono malato/a e