Concluso il Jeiom 2021: eletto a Verona il nuovo direttivo di JE Italy

Jeiom 2021
Cerimonia di chiusura del Jeiom 2021
Tempo di lettura: 3 minuti

È terminato ieri al Polo Santa Marta di Verona il Jeiom 2021, weekend di workshop e networking organizzato dall’associazione studentesca di JEBV. Presentata durante l’assemblea conclusiva la nuova presidente di JE Italy Erica Marcon, dell’Università Cattolica.

La cerimonia di chiusura dell’evento che ha visto la partecipazione di 30 Junior Enterprise italiane assieme alla delegazione europea, è stata la degna conclusione di un weekend all’insegna di crescita professionale e networking. A impreziosire l’evento anche l’elezione del nuovo gruppo direttivo delle Junior Enterprise italiane, con il passaggio di consegne da Stefano Cadoni a Erica Marcon Gumbaz alla presidenza.

Motivo di orgoglio per Hoda Ghassabian, Alessia Grasso e il team di JEBV esser riusciti a organizzare il Jeiom 2021, nonostante le difficoltà imposte dalla pandemia. Durante il momento conclusivo hanno colto l’occasione per ringraziare tutti i partecipanti e i membri di JE Italy che hanno supportato il progetto. «La soddisfazione è tantissima» spiega Hoda, «siamo riusciti ad accogliere a Verona 220 persone da tutta Italia, mettendo in contatto le realtà aziendali del nostro territorio sul piano nazionale, dando eco alla loro importanza a tutta la penisola».

Grazie ai workshop tenuti dalle aziende partner di Jeiom, è stata data la possibilità agli studenti di acquisire nuove skill e competenze aumentando così il proprio bagaglio culturale. Si sono lasciati quindi ispirare da professionisti su come inserirsi più velocemente in un determinato settore o dare vita, perché no, a un progetto imprenditoriale.

LEGGI ANCHE: Le aziende sponsor di Jeiom spiegano il “Branding yourself”

Jeiom, tuttavia, non significa soltanto lavoro e ambizione, ma è anche sinonimo di amicizia. Complice una meravigliosa cena di gala tenutasi sabato sera al Palazzo della Gran Guardia, i ragazzi hanno potuto conoscersi meglio e stringere nuovi legami.

Eletto a Verona il nuovo board di Je Italy

Durante la cerimonia di ieri si è assistito, inoltre, all’elezione del nuovo board nazionale, preceduto dai saluti degli ormai ex-membri del direttivo di JE Italy. Hanno ricordato ai ragazzi che dietro a ogni successo e obbiettivo raggiunto non c’è solo tanto lavoro da fare, ma ci sono anche le persone con cui ci si confronta ogni giorno e da cui si impara sempre qualcosa di nuovo. 

«Le Junior Enterprise sono una palestra di vita per crescere» afferma il presidente uscente di JE Italy, Stefano Cadoni (Università Bocconi), puntualizzando che questo network «esiste da circa 30 anni e sempre più persone desiderano farne parte, soprattutto nel sud Italia, confermando che stiamo crescendo davvero tanto». Ha aggiunto inoltre che questa esperienza «non solo aiuta a ridurre le distanze tra lavoro e università ma è pure, a livello umano, una grande occasione per stare tutti assieme, condividendo sogni, passioni e obbiettivi».

Stefano Cadoni, presidente uscente di JE Italy ed Erica Marcon, neo presidente di JE Italy

Filosofia condivisa anche dal nuovo direttivo di JE Italy e, in particolar modo, dalla neo presidente Erica Marcon Gumbaz (Università Cattolica), molto emozionata per questa elezione, rivelando che «è stato ovviamente un percorso lungo quello per arrivare ad essere un membro del board di JE Italy». Il loro obbiettivo, ha spiegato, sarà quello di «continuare a essere uniti e coesi; nonostante tutte le difficoltà incontrate in questo periodo, oggi finalmente siamo potuti essere tutti qui, promuovendo la crescita attraverso la centralità della persona».

Facendo riferimento al mandato precedente ha voluto inoltre precisare che partecipare ad un’associazione studentesca come questa «è un’occasione altamente formativa per gli studenti che vogliono approcciarsi già durante gli anni accademici al mondo del lavoro, sviluppando un bagaglio di competenze che altrimenti non acquisirebbero».

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × quattro =