Covid e diritti, facciamo il punto

Tutela dei diritti ai tempi del Covid
Tempo di lettura: 3 minuti

Tutela dei diritti ai tempi del Covid: un convegno organizzato da studenti per studenti.

Appuntamento venerdì 5 marzo dalle 15 alle 18 con un webinar incentrato sulla tutela dei diritti dei cittadini in una realtà messa a dura prova dal Covid-19. Un’iniziativa di Matteo Rossato, studente e rappresentante di giurisprudenza e membro di Oltre, che ha lo scopo di mostrare un’università pronta e predisposta al dialogo.

Si parlerà di “Tutela dei diritti ai tempi del Covid” da diverse prospettive giuridiche. Essendo una tematica molto ampia, abbiamo chiesto qualche chiarimento all’organizzatore nonché moderatore dell’evento Matteo Rossato: «I temi trattati toccano tutti, anche chi non studia giurisprudenza, in quanto con questo convegno si è voluto dare un taglio semplice creando un evento che vuole essere divulgativo».

I contenuti dell’incontro

Verranno affrontati numerosi argomenti, dall’analisi del metodo d’azione dello Stato, alla crisi del costituzionalismo liberale. Ci si domanderà inoltre se il nostro sistema riesca a tutelare i diritti dei cittadini e se sono stati rispettati i canoni della Costituzione. Successivamente, si parlerà dell’emergenza Stato-regioni e di come questi abbiano agito nel rispetto delle loro attribuzioni, oltre ad analizzare la reazione dell’Unione Europea al Covid. Infine, si discuterà sul comportamento dei datori di lavoro in merito all’obbligatorietà della vaccinazione e sull’impatto del Covid-19 sulla criminalità online.

Tuttavia, l’elemento originale della conferenza sarà la nascita di una discussione sulla base di tre domande cardine poste dal moderatore stesso, tre temi su cui gli ospiti daranno la propria opinione e che permetteranno l’interazione con i partecipanti. Questi ultimi potranno scrivere in chat le proprie domande e far sentire la propria opinione, creando così un clima che Matteo Rossato ha definito da ‘tavola rotonda’.

I docenti che parteciperanno a questo convegno sono Carlo Lottieri, Daniele Velo Dalbrenta, Giampietro Ferri, Francesco Palermo, Caterina Fratea, Tommaso Dalla Massara, Marco Peruzzi e Ivan Salvadori.

Da dove è nata l’idea

«È partita dalla voglia di mettermi in gioco e fare qualcosa di mio che potesse essere slegato da un puro vedere l’università come unicamente sede di esami, creando anche un coinvolgimento con studenti e docenti, far vedere che i docenti sono collaborativi ed impegnati ad aiutare e mostrare un’università a 360°, fatta di scambi, socialità e non solo di esami e lezioni».

Matteo Rossato
Matteo Rossato

Un’idea nata il 15 gennaio e spinta da una curiosità personale che si è rivelata poi condivisa. Un’iniziativa che ha ricevuto il riscontro positivo di vari docenti, oltre al patrocinio del Dipartimento di Scienze Giuridiche, del Consiglio Studenti, di Esu (Azienda regionale per il diritto allo studio universitario) e di Oltre – Studenti per il futuro.

Come partecipare

Facilissimo, basta iscriversi al link presente su Facebook o sulla biografia della pagina Instagram di Oltre “oltre_studenti” (https://univr.zoom.us/webinar/register/WN_JjrD9ObFQYOgN3w-x4CXAQ) e, inserendo solo nome, cognome e e-mail, arriverà una mail di conferma contenente il link per partecipare all’evento Zoom.

Scopi di questo progetto

«Vogliamo esportare all’esterno i valori che abbiamo come associazione Oltre – spiega Rossato – e far vedere l’università come un luogo culturale e di socialità dove poter crescere come persone e dove, anche grazie ad un evento come questo, se ne esca con un qualcosa in più. Il mio scopo è che i partecipanti rimangano soddisfatti e che, a fine convegno, si sentano più ferrati su questi argomenti e abbiano appreso delle nozioni utili anche nella vita quotidiana».

di Stefania De Simone

Leggi anche:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × uno =