IN UNIVR SI DISCUTE: IMMIGRAZIONE PROBLEMA O RISORSA?

Tempo di lettura: 2 minuti

Spunti di riflessione nel convegno “Unione Europea e migrazioni, tra la rotta balcanica e quella mediterranea”

“Costruire condizioni concrete di pace, per quanto concerne i migranti e i rifugiati, significa impegnarsi seriamente a salvaguardare anzitutto il diritto a non emigrare, a vivere cioè in pace e dignità nella propria Patria.” Queste le parole di papa Giovanni Paolo II, condivise anche dal papa ora in carica, Francesco: “Di fronte alla tragedia di decine di migliaia di profughi che fuggono dalla morte per la guerra e per la fame, e sono in cammino verso una speranza di vita, il Vangelo ci chiama, ci chiede, ad essere ‘prossimi’ dei più piccoli e abbandonati. A dare loro una speranza concreta. Non soltanto dire coraggio, pazienza!”.VOLANTINO - convegno migrazioni

In entrambe le affermazioni, è evidente la volontà di offrire aiuto a chi da solo non può farcela, che si tratti del singolo o di uno Stato. L’obiettivo ultimo sarebbe quello di rendere sicuro e stabile ogni Paese al fine di evitare emigrazioni forzate, causate dalla paura, dalla guerra, dalla fame. Lasciare tutto ciò che si ama e chi si è abituati a vivere quotidianamente, anche se si tratta di una situazione tragica, non deve essere semplice dal punto di vista psicologico, perché l’incognito può spaventare ancora di più.

L’Italia è profondamente spaccata in due a proposito della questione “immigrazione”, tra chi si dice disponibile a fare qualcosa e ad accettare senza riserve nel territorio italiano chiunque sia alla ricerca di un luogo da poter chiamare “casa”, e chi invece non sente che quella di ospitare quanti più immigrati sia la decisione giusta, riflettendo dal punto di vista spaziale, politico ed economico. Ma quanti italiani sono davvero consci della problematica, di ciò che sta accadendo e delle scelte dello Stato?

Gennaro Migliore

L’incontro “Unione Europea e migrazioni, tra la rotta balcanica e quella mediterranea” potrebbe essere un buon punto di partenza per chi ancora non è informato come vorrebbe sulla tematica e anche per chi ormai è riuscito a farsi un parere deciso ma vuole confrontarsi con altri punti di vista. Convegno organizzato dal gruppo studentesco “Universitari per la federazione europea”, è arricchito dalla presenza di esperti italiani in questo ambito partendo dall’ospite On. Gennaro Migliore, Presidente della Commissione Parlamentare d’inchiesta sul sistema di accoglienza e identificazione dei migranti. Presenti anche Andrea Iacomini, Carlo Melegari, Isolde Quadranti, Elisabetta Costa, Venanzio Milani e Antonio Longo, con la coordinazione di Riccardo Vecellio Segate.

Quando e dove? Martedì 19 gennaio dalle 14.30 alle 18.30, Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Verona nell’aula Falcone-Borsellino.

Beatrice Castioni

Miriam Romano

Direttrice e proprietaria di Pass da settembre 2013. Prossima alla laurea in Giurisprudenza. In passato ha collaborato con alcune riviste locali e preso parte al progetto del giornale online "Il Referendum". Si interessa di attualità e politica.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × 1 =