Intervista al Professor Paolo Butturini del Dipartimento di Scienze Giuridiche

Tempo di lettura: 2 minuti

1. Cosa le piace fare nel tempo libero?

Mi piace praticare con regolarità sport, nello specifico corsa e bicicletta e anche fare delle passeggiate in montagna nel fine settimana se il tempo lo consente. Faccio poi parte di un coro e aderisco ad un progetto ‘Tandem’ con madrelingua inglesi (per l’esattezza americani) e sto cercando anche qualche madrelingua spagnolo.
2. Le piace leggere? Se sì, predilige qualche genere particolare? Inoltre, legge anche giornali o periodici d’attualità o comunque specifici per la materia che insegna?
Diciamo che mi piace leggere, ma preferisco farlo in vacanza. Adesso sto leggendo un libro di Tiziano Terzani. Per quanto riguarda l’ambito lavorativo leggo principalmente “Il Sole 24 Ore” in quanto è il principale quotidiano italiano di ambito economico-giuridico.
3. Con quale mezzo di trasporto si reca all’università?
In bicicletta.
4. Ha figli? Se sì (o anche in caso di risposta negativa), cosa le piace fare nel fine settimana?
No, non ho figli. Nel fine settimana generalmente esco coi miei amici oppure organizziamo delle cene a casa di qualcuno o se il tempo lo permette mi concedo una gita fuoriporta o eventualmente un salto in montagna.
5. Le piace viaggiare? Ha qualche città preferita o qualche città che le piacerebbe visitare presto?
Sì, mi piace viaggiare. Per quanto riguarda le città preferite, in Italia sono un fan accanito di Roma e Napoli, mentre all’estero mi sono piaciute molto San Francisco (California) e soprattutto San Diego, dove ho passato diverso tempo per motivi di ricerca e che definisco come la mia seconda città dopo Verona.
Ho in programma di andare presto a visitare Chicago che mi attira molto.
6. Il suo piatto preferito?
Gli gnocchi di patate.
7. Domanda a bruciapelo: caffè o thè?
Caffè liscio senza zucchero.
8. Le piacciono gli animali?
Non particolarmente.
9. Domanda prettamente didattica: è soddisfatto del suo lavoro di docente?
Sì, sono molto soddisfatto del mio lavoro.
10. Ultima domanda: lei è stato un bravo studente con un libretto pieno di 30?
Diciamo che sono stato un bravo studente.
di Antonio Tarsitani

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − dieci =