ScientificaMente, il Riflesso Condizionato

Riflesso Condizionato
Tempo di lettura: 2 minuti

Con l’articolo di oggi proseguiamo con la rubrica ScientificaMente, iniziata una settimana fa con l’esperimento della bambola Bobo. Oggi vediamo nel dettaglio che cos’è il cosiddetto riflesso condizionato.

Ivan Pavlov fu uno scienziato russo che contribuì fortemente, soprattutto nel periodo a cavallo del XX secolo, ad approfondire gli studi sul comportamento umano. Uno dei suoi più celebri successi di ricerca fu indubbiamente il Riflesso Condizionato (noto anche come Riflesso Pavloviano). Durante questo studio emerse infatti che noi umani, al pari degli animali, rispondiamo agli stimoli condizionali. Questo tipo di sollecitazione consiste di reazioni prodotte da un elemento esterno che associamo ad un preciso stimolo.

Per dimostrare tutto ciò condusse un esperimento molto elementare quanto efficace. Prese come cavia per il suo esperimento un cane e gli mostrò un pezzo di carne. A questo punto il cane iniziò a salivare e, proprio in quel momento, poco prima di consegnare al quadrupede il pezzo di carne, grazie a un diapason emise dei suoni. Ripeté quindi questa routine per diverse volte fino a quando, incredibilmente, solo producendo il suono di un campanello il cane iniziava a salivare proprio come se di fronte a lui ci fosse effettivamente un vero pezzo di carne. 

Pavlov si rese inoltre conto, proseguendo con i suoi studi che più ravvicinato era il tempo tra suono e arrivo del cibo e più rapido era l’apprendimento del cane. Insomma, parliamo probabilmente, oltre che di un grande scienziato, del padre delle discipline di addestramento dei nostri amici animali. L’elemento sorprendente è che diversi studi dimostrano quanto questo meccanismo funzioni bene con un cane quanto per un uomo. Ecco cos’è il riflesso (o stimolo) condizionato.

Volendo essere più formali, «Lo stimolo incondizionato è qualsiasi stimolo che naturalmente evoca un comportamento riflesso, ad esempio la salivazione in seguito alla vista/odore del cibo; risposta incondizionata è il comportamento riflesso, come ad esempio la salivazione, evocato da uno   incondizionato; stimolo neutro è uno stimolo che non ha alcun significato per l’organismo (campanello). Quando è associato a uno stimolo incondizionato, lo stimolo neutro può diventare uno stimolo condizionato1

1. https://it.wikipedia.org/wiki/Riflesso_condizionato

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove + 6 =