Un percorso di studio e di vita

Tempo di lettura: 3 minuti

Le iniziative di un gruppo di studenti di Scienze dell’Educazione

Il gruppo “SiFaSulSerio”, composto da Antonio Imperato, Alessia Degiampietro, Chiara Frazza, Alice Benedetti, Sara Iandolo e Silvia Reolon, si racconta a Pass.

Perché vi siete uniti, quale scopo avete?

In seguito al laboratorio “La misura dei passi” di formazione per il tirocinio, coordinato dalla prof.ssa Rosanna Cima, abbiamo sentito la necessità di formare un gruppo che seguisse la riflessione sostenuta nel laboratorio: l’importanza del situarsi, dell’osservare, del documentare, del mappare e del restituire.

Scopo del gruppo è pensare, ragionare, confrontarci riguardo la fondamentale domanda “Chi è l’educatore?”, nata in noi durante il laboratorio sopracitato in cui abbiamo capito l’importanza della pratica insieme alla teoria. Da qui abbiamo creato un documento sull’esperienza presentato poi ai docenti Daniele Loro e Mario Gecchele che potete trovare nel nostro gruppo facebook.

A settembre, abbiamo voluto iniziare una sorta di ‘lotta’ con la raccolta firme per gli studenti di Educazione per far sì che gli insegnamenti proposti nel piano didattico e ancora non partiti, siano effettivamente attivati.

Perché avete creato una pagina facebook?

Prima di tutto dalla scorsa settimana non c’è solo la pagina ma anche il gruppo “SiFaSulSerio” dove tutti sono liberi di intervenire.
Abbiamo scelto facebook come strumento perché ci sembrava il modo più efficace per raggiungere più studenti possibile al fine di diffondere il nome del gruppo e il nostro pensiero.

Come agite?

Abbiamo un gruppo whatsapp in cui ci sentiamo quotidianamente per discutere riguardo le nostre iniziative e periodicamente facciamo delle riunioni. I nostri incontri sono aperti a tutti e ci impegneremo nel futuro a pubblicizzarli di più attraverso facebook, cosicché ciascuno possa esprimere ciò che pensa, o possa anche semplicemente ascoltare gli altri.

L’università è al corrente della vostra attività come gruppo?

In parte. Siamo entrati in contatto con il Presidente del Collegio Didattico, il Referente del corso di laurea triennale in Scienze dell’Educazione e la rappresentante dell’area pedagogica nella Commissione Paritetica, organo di Ateneo che funge da ponte fra gli studenti e i docenti.

Inoltre da gennaio 2016 Sara Iandolo entrerà a far parte della commissione paritetica a nome di tutto il gruppo, sostituendo Barnaba Buratti da sempre nostro sostenitore.

E i rappresentanti degli studenti?

Il dipartimento dell’area pedagogica non ha un rappresentante degli studenti (appelloooo!!!!!), quindi abbiamo fatto riferimento al rappresentante dell’area filosofica, il quale ha partecipato con interesse a una delle nostre prime riunioni.

Prevenire è meglio che curare: di primo e secondo anno ha firmato qualcuno?

Abbiamo raccolto all’incirca 200 firme, di cui una ventina sono del primo e del secondo anno.

Effettivamente primo e secondo anno fanno parte del nuovo ordinamento il quale ha già una divisione di indirizzo in infanzia e comunità, quindi la situazione è diversa. L’intento è di mostrare la nostra esistenza come studenti consapevoli del loro ruolo e del loro percorso formativo e che hanno voglia di essere parte attiva.

Come potete essere contattati dagli studenti?

Tramite Facebook, nella pagina e nel gruppo, e per i corridoi quando riconoscono i nostri bei visini. (Ahahah!)

si fa sul serio

Francesca Cantone

Alessandro Bonfante

Direttore editoriale di Pass Magazine da ottobre 2017, in redazione dal 2014. Laureato in lingue per il commercio e laureando alla magistrale di editoria e giornalismo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − sei =